In lotta con gli elementi nell'arcipelago delle Lofoten

L'arcipelago norvegese delle Lofoten si trova a 68° di latitudine, a nord del Circolo polare artico. Nella terra del sole di mezzanotte, il tempo d'estate è fantastico. Gli inverni, invece, posso essere estremi, con notti buie e gelide e venti da uragano.

Guida attraverso l'arcipelago delle Lofoten.

L'arcipelago delle Lofoten offre paesaggi straordinari, ma l'ambiente può rivelarsi davvero ostile per gli autisti di mezzi pesanti.

Siamo a Svolvær, una delle città più a nord del mondo, per incontrare l'autista di mezzi pesanti Ken-Marek Vatnfjord. In genere lavora su tratte lunghe, ma oggi ci accompagnerà nel viaggio di 120 km fino a Reine, quasi all'estremità dell'arcipelago delle Lofoten, per recuperare un carico di pesce. Ha già percorso molte volte queste strade, in condizioni climatiche estreme e durante le notti polari. Sebbene non sia una persona apprensiva, quando il tempo è brutto pensa sempre alla sicurezza.

“In effetti non ho la garanzia di tornare a casa. Su alcune delle strade peggiori può sempre accadere qualcosa. Adottiamo delle precauzioni, soprattutto se le previsioni non sono buone, ma non possiamo fermarci. Il nostro lavoro consiste nel trasportare pesce e altre merci essenziali fino alle comunità locali quando nessuno esce di casa”, dichiara Ken-Marek.

La prudenza non è mai troppa. Qui il rischio è alto.

Ken-Marek Vatnfjord

Autista di mezzi pesanti, Thor’s Varetransport

L'autista di mezzi pesanti Ken-Marek Vatnfjord.

Ken-Marek Vatnfjord deve adottare delle precauzioni, soprattutto se le previsioni non sono buone.

Ken-Marek lascia Svolvær e si dirige a ovest sull'autostrada E10. Nella prima galleria, stretta e con le pareti laterali spioventi, deve guidare al centro della strada. Quando raggiunge l'uscita per Henningsvær, uno dei villaggi di pescatori più famosi delle Lofoten, rallenta. Sa che non molto tempo fa qui è accaduto un incidente mortale. Un camion danese probabilmente ha affrontato la curva a velocità eccessiva, ha divelto il guardrail ed è caduto in mare. Nel luogo in cui l'autista danese è morto, quel giorno il ghiaccio era liscio come vetro e nella caduta il veicolo ha trascinato con sé 100 metri di guardrail.

“Il rimorchio si è sganciato, ha travolto la cabina ed è precipitato in mare. Da allora la strada è stata ampliata e il guardrail rinforzato, ma la prudenza non è mai troppa. Qui il rischio è alto”.

Ken-Marek è cresciuto a Sarpsborg, nella Norvegia meridionale, ma si è trasferito al nord quando la nonna, di Svolvær, si è ammalata. Si è candidato per un lavoro presso l'hotel locale e presto si è innamorato della direttrice, Anne Helen. La coppia si è quindi trasferita a sud per un anno, ma Ken-Marek è stato felice di tornare a nord grazie al suo nuovo lavoro come autista per trasporti a lungo raggio.

Questo accadeva nel 2007. Oggi Ken-Marek, Anne Helen e il loro figlio Kasper vivono al centro di Svolvær, non lontano dal terminal in cui si trova Thors Varetransport, l'azienda per cui Ken-Marek lavora.

“Non riesco a immaginare un altro lavoro. Sicuramente molti lo fanno per soldi, ma per me fare l'autista per trasporti a lungo raggio rappresenta uno stile di vita. Fa parte del mio DNA”.

Arriviamo al villaggio di pescatori di Reine, uno dei luoghi più belli dell'area delle Lofoten. Qui vivono 330 persone, la maggior parte delle quali lavora su pescherecci o nello stabilimento del pesce, dove Ken-Marek si è recato infinite volte a ritirare la merce.

Non riesco a immaginare un altro lavoro. Sicuramente molti lo fanno per soldi, ma per me fare l'autista per trasporti a lungo raggio rappresenta uno stile di vita. Fa parte del mio DNA.

Ken-Marek Vatnfjord

“Per caricare le merci qui conviene girare il camion, ma la strada presenta diversi ostacoli difficili da superare nelle giornate di maltempo. Innanzitutto, lo spazio consente il passaggio di una sola auto e, a causa delle numerose curve, il guardrail non è presente. L'acqua arriva fin sull'asfalto e al minimo errore si cade in mare”.

Ken-Marek è felice che l'azienda per cui lavora abbia deciso di collaborare con Volvo e ci svela che il camion ha per lui un significato importante.

“È stato immatricolato il giorno in cui è nato mio figlio. Quel giorno ho festeggiato due volte”.

Tuttavia, proprio quel giorno Ken-Marek non si trovava seduto al volante, ma stava provando uno dei veicoli appena acquistati dall'azienda, un Volvo FH 540 dotato della nuova tecnologia I-Shift Dual Clutch. Ci racconta che trova davvero strano non sentire alcun rumore nel cambio di marcia.

 

Camion su una stretta strada delle Lofoten.

Molte strade delle Lofoten sono strette e ventose e possono rendere difficile la circolazione di veicoli pesanti.

“Nemmeno la mia auto possiede un cambio di qualità così elevata. Inoltre, il camion sembra davvero resistente, caratteristica importante quando il tempo è brutto. Senza dubbio, la nuova tecnologia migliora la nostra vita quotidiana. Aumenta la sicurezza e ci permette di trasportare merci tutto l'anno”.

Segnale con la velocità del vento.

Le Lofoten sono estremamente ventose e Ken-Marek una volta ha dovuto guidare con venti superiori a 30 metri al secondo.

Stiamo percorrendo il ponte di Gimsøystraumen, uno dei luoghi più ventosi delle Lofoten. Oggi spira solo una lieve brezza, ma Ken-Marek ha guidato su questo ponte quando era in effetti chiuso, con venti superiori a 30 metri al secondo.

“Il camion era così carico che ho pensato di potercela fare. All'improvviso i tergicristalli sono volati via dal parabrezza, il parasole è scattato e il vento ha travolto l'intero veicolo. Ho dovuto sterzare controvento per mantenerlo sul ponte. Non avevo paura, ma devo ammettere che ero un po' preoccupato. Per fortuna è andato tutto bene, ma non lo rifarei”, dichiara.

Siamo ancora un po' distanti da Svolvær e sta iniziando a fare buio. In questo momento dell'anno le giornate sono corte. Tra il 7 dicembre e il 5 gennaio il sole non si vede mai a causa della lunga notte polare.

“In questo periodo non ti puoi rilassare. In genere, le strade sono più strette, i cumuli di neve più grandi ed è sempre buio. Mi piace guidare, ma non posso distrarmi neanche un attimo. Ho visto camion colpire la spalletta e ribaltarsi”.

L'azienda per cui Ken-Marek lavora sa come comportarsi quando la situazione si complica.

“Apprezzo l'approccio del mio capo. L'importante è che arriviamo sani e salvi, non il tempo che impieghiamo. Non si sono mai verificati incidenti gravi e penso che questo sia dovuto a tale approccio e, soprattutto, al fatto che disponiamo di veicoli di qualità”.

Siamo arrivati a Svolvær. La lunga giornata di lavoro è finita e per questa volta è andato tutto bene. Dopo aver scaricato e parcheggiato il camion, Ken-Marek si ferma a scambiare due chiacchiere con i colleghi che sono ancora al lavoro.

“È sempre bello rivedere il terminal di Svolvær dopo un lungo viaggio su strada, anche perché so che presto rivedrò Kasper. Mi aspetta sempre a casa”.

Video dalle Lofoten.

La strada:

La E10, in passato nota come strada di re Olav V, collega Luleå, in Svezia, ad Å in Norvegia. La strada da Svolvær a Reine, nelle Lofoten, è tortuosa e larga meno di 6 metri, spesso solo 5 metri. È inoltre uno dei 18 itinerari turistici nazionali norvegesi.

Il veicolo:

Modello: Volvo FH540, trattore 6x2, modello 2015 con semirimorchio Krone.
Caratteristiche: I-Shift Dual Clutch e Volvo Dynamic Steering.
Motore: motore diesel a 6 cilindri 13 litri, 540 CV, 2.600 Nm.
Incarichi di trasporto: il camion trasporta prodotti ittici e alimentari sia nelle Lofoten che nel resto della Norvegia, percorrendo ogni anno 150.000 km su strada.

Contenuti correlati

Un camion da 90 tonnellate al Circolo polare in Svezia

Nell'estremo nord della Svezia, nelle aree più remote del Circolo polare artico, dove le temperature possono raggiungere -40 °C, una combinazione da 90 tonnellate affronta condizioni davvero estreme. ...

Con primini attraverso foreste ghiacciate

Una massa totale di 76 tonnellate su strade ghiacciate, strette e in pendenza: trasportare legname attraverso le foreste finlandesi è un’impresa difficile sia per gli autisti che per i veicoli. Tuttavia, l’I-Shift con primini di Volvo consente a Saku ...

Un autotreno da 175 tonnellate nell'outback australiano

Nell'outback australiano, una nonna di 52 anni siede al volante di un autotreno Volvo FH 16 a tre assi da 175 tonnellate. Alle sue spalle si snodano quattro rimorchi e davanti a lei si stende una lunga e calda giornata di viaggio. Figlia e vedova di ...

Filtro articoli

5 true 5