Passaggio a marce più basse

Vi presentiamo un nuovo membro della famiglia I-Shift: I-Shift con primini. Le nuove marce consentono di effettuare partenze a veicolo fermo con carichi fino a 325 tonnellate.

Primo piano dei componenti dell'I-Shift.

Molti dei nuovi componenti del modello di I-Shift più recente sono realizzati con materiali ad alta resistenza.

Il collaudatore Jonas Lundmark.

Jonas Lundmark, trasportatore e autista nei test sul terreno, ha già percorso più di 250.000 km con il nuovo I-Shift.

Nel nord della Svezia, per gli autisti del settore del trasporto di legname l'alta stagione inizia quando il terreno gela. Il freddo può essere intenso, spesso fino a meno 30°C, ma la superficie ghiacciata aumenta la manovrabilità dei veicoli sulle strade che si addentrano nelle foreste. La primavera e l'autunno pongono invece alcuni problemi. Pioggia e acque di disgelo rendono difficile gestire veicoli lunghi 24 metri su superfici più cedevoli.

“Le condizioni meteorologiche rappresentano la nostra sfida più grande. Spesso guidiamo su strade strette e in aree in cui è difficile manovrare quando nella foresta la quantità d'acqua è elevata”, spiega l'autista Lundmark, che ha appena finito di caricare il proprio veicolo da legname.

Un camion a pieno carico pesa 64 tonnellate ed è chiaro che partire con un questo peso nelle fitte foreste svedesi può costituire un problema. Jonas si arrampica sulla cabina e innesta la marcia inferiore del nuovo I-Shift con primini di Volvo Trucks. Un lieve tocco sul pedale dell'acceleratore e il veicolo inizia ad avanzare lentamente.

“Il nuovo I-Shift possiede due primini, particolarmente utili quando devo partire con un carico pesante in condizioni difficili”, dichiara Jonas,

Il nuovo I-Shift possiede due primini, particolarmente utili quando devo partire con un carico pesante in condizioni difficili.

Jonas Lundmark

autista nel settore del trasporto di legname

uno degli autisti che negli ultimi 18 mesi ha testato la nuova trasmissione sul terreno.

“Abbiamo percorso 250.000 chilometri con questo cambio e ha funzionato alla perfezione”.

Il rapporto di cambio nel più basso dei due primini è 32:1, due volte più lento di un I-Shift standard. Il cambio di Jonas dispone inoltre di due retromarce con rapporto pari a 37:1 nella retromarcia inferiore 

 

Carico di legname in una foresta finlandese.

Per testare sul terreno la nuova trasmissione, sono stati utilizzati più di 40 veicoli in tutto il mondo, dalle fitte foreste norvegesi alle vette delle Ande in Sud America.

Test sul campo in Svezia.

Il nuovo I-Shift consente di far partire da fermo un veicolo completamente carico solo con un lieve tocco sul pedale.

In alcune situazioni, quando le strade sono dissestate o su determinati terreni, le retromarce sono altrettanto utili. Mi consentono infatti di retrocedere con un carico pesante come non era mai stato possibile prima”, afferma Jonas.

Per Jonas è normale dover caricare il legname con il camion parcheggiato su una strada accidentata e in pendenza tra gli alberi. In passato, quando guidava un veicolo con un I-Shift standard, per partire Jonas doveva utilizzare la funzione di sollecitazione della trasmissione.

“Su pendenze o superfici accidentate, l'unica possibilità è la partenza alla massima potenza. Questo significa portare il motore a un regime di giri relativamente alto e rilasciare la frizione manualmente. In genere funziona, ma aumenta l'usura della catena cinematica e le probabilità di rimanere bloccato per lo slittamento delle ruote. Con la nuova trasmissione, mi basta selezionare la marcia iniziale giusta e partire lentamente, riducendo così al minimo l'usura della catena cinematica”, aggiunge Jonas.

Per testare sul terreno la nuova trasmissione, sono stati utilizzati più di 40 veicoli in tutto il mondo, dalle fitte foreste norvegesi alle vette delle Ande in Sud America. Niklas Öberg, il tecnico responsabile dei test, è soddisfatto della collaborazione degli autisti che hanno eseguito i test sul campo.

“La realtà pone sfide molto più complesse di quelle che è possibile simulare nei laboratori e il feedback degli autisti come Jonas è davvero importante. Loro lavorano in questi ambienti ogni giorno e sanno quali funzionalità possono rendere le attività più efficaci.

La realtà pone sfide molto più complesse di quelle che è possibile simulare nei laboratori e il feedback degli autisti come Jonas è davvero importante.

Niklas Öberg

Test Engineer, Volvo Trucks

Niklas Öberg, Test Engineer.

Il Test Engineer Niklas Öberg è una delle circa 100 persone che hanno partecipato allo sviluppo della nuova trasmissione.

Niklas Öberg è una delle circa 100 persone che hanno partecipato allo sviluppo della nuova trasmissione e definisce relativamente semplici i principi della tecnologia utilizzata. Collocare un gruppo di demoltiplicazione tra la frizione e la scatola di base di un I-Shift standard consente di aggiungere uno o due primini extra e altri due primini di retromarcia.

“Abbiamo inoltre migliorato il freno che rallenta il contralbero durante il cambio di marcia, semplificando così la gestione di carichi pesanti su pendenze ripide”, spiega Niklas Öberg.

Molti componenti della nuova trasmissione, tra cui ruote dentate, manicotti di innesto della frizione e sincronizzatori del selettore, sono stati irrobustiti per poter gestire condizioni di lavoro difficili. I veicoli con massa totale della combinazione (MTC) estremamente elevata saranno inoltre dotati di albero di trasmissione rinforzato per offrire una coppia maggiore.

“Dobbiamo incrementare la coppia dell'albero di trasmissione per mantenere la stessa capacità di spunto anche quando l'MTC aumenta e un più rapido rapporto totale della catena cinematica”, dichiara Niklas Öberg. Di conseguenza, per ottenere una coppia di 33.000 Nm, rispetto ai 28.000 Nm standard, i veicoli con una MTC totale di 65 tonnellate dovranno disporre di un albero di trasmissione rinforzato.

La selezione del primino inferiore offre una potenza tale che il veicolo può partire da fermo su strade pianeggianti con carichi fino a 325 tonnellate di MTC, caratteristica assolutamente unica per un cambio automatico di un veicolo per trasporti pesanti.

Camion al lavoro in una miniera.

L'I-Shift con primini è perfetto per vari lavori di precisione, tra cui cantieristica e manutenzione, perché consente anche una guida estremamente lenta.

 

“Più pesante è il carico e peggiore la strada o il terreno, maggiori saranno i vantaggi offerti all'autista da un camion dotato di I-Shift con primini. L'autista può trasportare un carico pesante senza doversi preoccupare di affrontare situazioni che, nel peggiore degli scenari, possono condurre a costosi tempi di fermo”, sostiene Peter Hardin, Product Manager per le gamme FM e FMX presso Volvo Trucks.

Più pesante è il carico e peggiore la strada o il terreno, maggiori saranno i vantaggi offerti all'autista da un camion dotato di I-Shift con primini.

Peter Hardin

Product Manager, Volvo Trucks

La nuova trasmissione è disponibile in versione diretta o con overdrive per i motori Volvo Trucks da 13 e 16 litri per i modelli Volvo FM, FMX, FH e FH16. Ciò ne consente l'utilizzo in diversi segmenti del settore dei trasporti.

Questa trasmissione è perfetta per vari lavori di precisione, tra cui cantieristica e manutenzione, perché i primini consentono anche una guida estremamente lenta.

“Con questa trasmissione, un camion può procedere anche a velocità da 0,5 a 2 km/h. La possibilità di avanzare così lentamente è fondamentale per eseguire questi tipi di lavori, poiché permette di operare con maggiore precisione e ottenere risultati finali migliori. I-Shift con primini consente inoltre di effettuare retromarce molto lente, un vantaggio essenziale quando la precisione della manovra è determinante”, dichiara Peter Hardin.

Alle piccole aziende di trasporti pesanti che gestiscono incarichi su strade difficili, I-Shift con primini offre la massima flessibilità e l'opportunità di migliorare l'economia dei trasporti.

“I primini consentono partenze a veicolo fermo con MTC elevata in situazioni estreme e ora è possibile anche utilizzare un rapporto sul ponte posteriore che riduce il regime dei giri del motore a velocità su strada normale, con una conseguente diminuzione del consumo di carburante, fattore molto importante per le aziende di trasporti pesanti che gestiscono questo tipo di lavoro”, aggiunge Peter Hardin.

In cabina, Jonas Lundmark siede al sicuro dietro al volante. Si è lasciato alle spalle la stretta strada nella foresta e presto raggiungerà la strada extraurbana che porta alla segheria dove dovrà scaricare. Jonas gestisce la propria azienda di trasporti pesanti insieme al padre e, con un terzo autista, percorre circa 4.000 chilometri la settimana.

“Spesso noi autisti di camion per il trasporto di legname dobbiamo affrontare situazioni difficili. Di conseguenza, accogliamo con piacere qualsiasi soluzione sia in grado di semplificare il nostro lavoro. Con la nuova trasmissione sappiamo di poter partire senza problemi e questo ci fa sentire più protetti e sicuri.

Figura degli ingranaggi extra.

Il rapporto di cambio nel più basso dei due primini è 32:1, due volte più lento di un I-Shift standard.

Funzionamento: I-Shift con primini

Il notevole rapporto di trasmissione dell'I-Shift con primini è reso possibile dal nuovo gruppo di demoltiplicazione aggiunto a un I-Shift standard.

Gruppo di demoltiplicazione aggiuntivo
Il gruppo di demoltiplicazione aggiuntivo è situato subito dietro la scatola della frizione del cambio ed è formato da due ingranaggi extra, uno sull'albero d'ingresso e l'altro sul contralbero. Il gruppo consente al cambio di fornire un rapporto quasi doppio rispetto a un I-Shift standard.

Cambio migliorato
Per fare spazio al gruppo di demoltiplicazione aggiuntivo, il cambio è stato allungato di 12 cm rispetto a un I-Shift standard. Molti dei nuovi componenti, quali ingranaggi, manicotti di innesto e sincronizzatori del selettore, sono stati realizzati con materiali ad alta resistenza.

Rapporto di trasmissione
Il rapporto di trasmissione indica la differenza di velocità tra gli alberi di ingresso e di uscita di un cambio. Quando in un cambio a presa diretta è innestata la marcia più alta, il rapporto di trasmissione è 1:1, a indicare che gli alberi ruotano alla stessa velocità. Se nell'I-Shift con primini si innesta la marcia inferiore, l'albero di uscita ruota 32 volte più lentamente rispetto ai regimi del motore, con un rapporto di trasmissione di 32:1.

Contenuti correlati

Un minuto dedicato a I-Shift con primini

I-Shift con primini di Volvo Trucks consente al veicolo di partire da fermo con carichi fino a 325 tonnellate. Permette inoltre agli operatori di guidare a velocità minime, 0,5 km/h, caratteristica che risulta particolarmente utile quando si eseguono ...

Con primini attraverso foreste ghiacciate

Una massa totale di 76 tonnellate su strade ghiacciate, strette e in pendenza: trasportare legname attraverso le foreste finlandesi è un’impresa difficile sia per gli autisti che per i veicoli. Tuttavia, l’I-Shift con primini di Volvo consente a Saku ...

Un minuto: I-Shift Dual Clutch

I-Shift Dual Clutch di Volvo Trucks consente cambi di marcia rapidi e fluidi, utilizzando la tecnologia delle auto sportive, un'offerta unica nel mercato dei veicoli pesanti. Quando le condizioni richiedono numerosi cambi, questa trasmissione trova ...

Filtro articoli

5 true 5