Dove la natura regna sovrana

Le strade della Norvegia sudoccidentale sono tra le più difficili al mondo e quando guidi una combinazione da 50 tonnellate con un carico di pesci vivi in vasche piene d'acqua, la difficoltà diventa estrema.

Guida nella Norvegia meridionale.

I paesaggi della Norvegia sudoccidentale sono meravigliosi, ma per gli autisti di veicoli pesanti distrarsi può essere pericoloso.

“Le strade norvegesi non hanno termini di paragone. Non sono adatte a chi guida con la testa tra le nuvole. Bisogna essere sempre concentrati”, dichiara l’autotrasportatore Jarle Tveiten, con gli occhi fissi sulla strada mentre affronta una curva stretta.

All’inizio della mia carriera di autista di veicoli pesanti, volevo proprio trasportare pesce. Lavorare con creature vive rende il mio lavoro più interessante.

Jarle Tveiten

Titolare e autotrasportatore, Jarle Tveiten Transport AS

Strada stretta

In alcune zone, le strade sono così strette da impedire il passaggio contemporaneo di due veicoli e l’unica soluzione è che uno dei due retroceda fino allo slargo più vicino.

Oltre a essere di una bellezza straordinaria, la zona che attraversa è anche una famosa meta turistica, ricca di montagne, cascate e profondi fiordi. Tuttavia, questa bellezza non deve trarre in inganno. Le strade strette e tortuose sono in pessime condizioni e il rischio di smottamento delle pareti rocciose è elevato. In autunno e durante l’inverno, il clima diventa estremo con pioggia, neve e ghiaccio, mentre in estate è facile imbattersi all’improvviso dietro una curva in turisti incauti che scattano foto in mezzo alla strada. In alcune zone, le strade sono così strette da impedire il passaggio contemporaneo di due veicoli e l’unica soluzione è che uno dei due retroceda fino allo slargo più vicino.

“Alcune persone hanno paura di guidare su queste strade. A volte devo fermarmi per dirigere il traffico e aiutare le persone a fare retromarcia per non bloccare la strada. Per guidare su queste strade, occorre la collaborazione di tutti”, spiega Jarle.

Jarle Tveiten

Jarle Tveiten, titolare e autotrasportatore di Jarle Tveiten Transport AS, trasporta pesce in tutta Europa da 30 anni.

Tuttavia, non ama fermare il suo Volvo FH16 750 se non è necessario. Il rimorchio contiene vasche d’acqua realizzate su misura per il trasporto di pesci vivi: per una semplice disattenzione, potrebbero morire in cinque minuti. Il pesce è una merce preziosa e il carico di avannotti di halibut che sta trasportando vale circa 400.000 euro. Le regole assicurative e le norme per la protezione degli animali sono severe, un solo momento di distrazione potrebbe causare all’azienda ingenti danni. Oltre alla strada, deve prestare grande attenzione anche al sistema di sorveglianza accanto al cruscotto, che monitora i parametri delle vasche, tra cui livello di ossigeno, PH e temperatura. Si tratta di un’attività complessa, che richiede competenze elevate, ma dopo 30 di lavoro, Jarle è un vero esperto. Nei primi anni di carriera, ha trasportato pesce vivo in tutta Europa, fino in Spagna, Portogallo, Grecia, Isole Shetland e Scozia. Ha acquisito l’esperienza necessaria per ampliare la propria azienda, trasformandola da impresa individuale a importante società per il trasporto del pesce vivo. Da molti anni, l’azienda opera prevalentemente in Norvegia e Svezia ed è tra le migliori del settore. Tuttavia, anche se ora dispone di 10 Volvo e di un discreto numero di autisti, Jarle non ha mai smesso di guidare. Oggi deve trasportare un carico di pesce da Rørvik a Trøndelag. Per arrivare a destinazione, deve prendere il traghetto che collega Jondal a Tørvikbygd, la cittadina nei pressi del fiordo Hardanger in cui è nato e ha sempre vissuto. Mentre si avvicina al porto, guarda la casa in cui è cresciuto, sull’altra riva del fiordo, a soli cinque metri dalla banchina.

Guida in salita

Jarle possiede veicoli con asse in tandem dotati di spazio sufficiente per sette catene da neve, fondamentali per percorrere le strade norvegesi in inverno.


“Da bambino, mi piaceva sedermi sul molo e pescare per ore. Anche mio padre ama pescare e mangiamo pesce quasi ogni sera. All’inizio della mia carriera di autista di veicoli pesanti, volevo proprio trasportare pesce. Lavorare con creature vive rende il mio lavoro decisamente più interessante”, dichiara Jarle con un sorriso.

Anche se è solo un piccolo villaggio, Tørvikbygd è diventato un centro importante grazie alla linea di traghetti che conduce a Jondal, da cui è possibile raggiungere la Norvegia orientale e meridionale. Negli ultimi due anni, il traffico sul fiordo è considerevolmente aumentato e oggi è attraversato da 25.000-30.000 veicoli al mese. Jarle si è imbarcato su questo traghetto migliaia di volte. 

“Essere un autista significa doversi adeguare alla strada e alla natura. Dobbiamo attraversare il fiordo per andare ovunque e abbiamo imparato a convivere con questa esigenza. A volte, per una sola consegna devo prendere fino a sette traghetti”, afferma durante l’imbarco.

Carico di pesce

Jarle Tveiten Transport AS trasporta soprattutto avannotti di salmone, trote e labri da consegnare agli allevamenti ittici norvegesi. I suoi incarichi sono soggetti a severe norme per la protezione degli animali.

La traversata richiede circa venti minuti. Dopo lo sbarco, la sua concentrazione aumenta mentre imbocca la strada statale 7, una vecchia arteria che collega la città di Bergen a Oslo, priva di manutenzione da anni, con l’asfalto in cattive condizioni e piena di buche. Dopo circa venti chilometri, con il versante sempre più ripido della montagna da un lato e il fiordo a centinaia di metri più in basso dall’altro, la strada diventa ancora più pericolosa. Il parapetto che separa l’asfalto dal dirupo è alto solo mezzo metro: se un’auto si ribalta, non è certo in grado di ostacolarne la caduta nell’acqua. 

“Questo tratto di strada è davvero difficile. Chi, come me, guida da tanto tempo, ha imparato per esperienza quanto può essere pericoloso. Dopo aver assistito ad alcuni incidenti mortali e aver visto le vittime, mi sono chiesto: ma io guido in modo da evitare queste situazioni?”, dichiara Jarle, e aggiunge:

“Fortunatamente, il carico che gestisco mi porta a guidare con cautela. Inoltre, dopo tutti questi anni, mi sono abituato a percorrere strade in cattive condizioni. Eppure, ogni volta che mi siedo al volante e ne imbocco una vorrei che fosse più sicura”.

Su queste strade, assistenza e manutenzione sono fondamentali. In caso di guasto, devo risolvere il problema rapidamente, per evitare gravi conseguenze.

Jarle Tveiten

Titolare e autotrasportatore, Jarle Tveiten Transport AS

Jarle Tveiten mentre pesca

Per Jarle Tveiten, una giornata di lavoro raramente dura meno di dodici ore. “Questo non è più solo un lavoro, è diventato uno stile di vita”, dichiara.

Jarle dichiara che, anche se le strade sono difficili e pericolose, i miglioramenti tecnologici sui veicoli hanno semplificato considerevolmente il lavoro rispetto a quando ha avviato la sua azienda con un Volvo usato. Oggi non si preoccupa più prima di un viaggio, perché il suo Volvo FH16 offre un’esperienza di guida ottimale in termini di sicurezza e comfort. Ha inoltre sottoscritto un Contratto Gold con Volvo Action Service, perché la condizione delle strade su cui opera accelera l’usura dei veicoli. 

“Su queste strade, assistenza e manutenzione sono fondamentali. In caso di guasto, devo risolvere il problema rapidamente, per evitare gravi conseguenze. Il mio rapporto con il personale Volvo è sempre stato ottimo ed è anche per questo che sono un cliente affezionato”, spiega mentre si ferma in attesa che un’auto faccia retromarcia per farlo passare.

Volvo FH di Sanfridssons

Molte delle strade che Jarl Tveiten deve percorrere sono impegnative e pericolose. Tuttavia, i miglioramenti tecnologici apportati nel corso degli anni hanno semplificato considerevolmente il lavoro rispetto a quando ha iniziato a lavorare.


La parte peggiore dell’itinerario è quasi conclusa e presto Jarle imboccherà prima la strada 50 e poi la 52 fino a Otta per raggiungere la destinazione finale, Rørvik a Trøndelag. Quello di oggi è un incarico inconsueto, poiché la maggior parte del carico è formata da avannotti di trote salmonate e salmoni da consegnare a grandi allevamenti norvegesi. Trasporta inoltre un gran numero di labri, che si nutrono di parassiti ed evitano che negli allevamenti si diffondano malattie tra i pesci.

L’interesse di Jarle verso i pesci che trasporta è cresciuto nel tempo e, insieme ai suoi clienti, continua ad apportare miglioramenti ai veicoli e alle vasche. Oltre a guidare e a gestire un’azienda, si dedica anche a vari progetti e ha partecipato al processo di sviluppo del sistema normativo norvegese riguardante i trasporti ittici. Una sua giornata di lavoro raramente dura meno di dodici ore, anzi, spesso è più lunga. Ci confessa che la moglie e i tre figli non sono molto contenti di questa situazione, ma che si sono ormai abituati al suo lungo orario di lavoro.

“Ora ho 60 anni e devo dire che ho affrontato molte giornate interminabili e tante sfide. Non avrei mai l’energia necessaria per rifare tutto da capo. Questo non è più solo un lavoro, è diventato uno stile di vita, ma non mi sono mai pentito”.

Related News

La grande consegna

Uno dei macchinari per imballaggi in carta più grandi al mondo è attualmente in fase di costruzione in Svezia. L'autista austriaco Roland Lehbrunner ha affrontato un lungo viaggio per consegnare due sili di 22 metri al sito di costruzione a Grums....

Riscaldiamo l'Islanda

In Islanda, l'autotrasportatore Jón og Margeir EHF partecipa a un ambizioso progetto geotermico il cui scopo è fornire agli abitanti acqua calda per il riscaldamento domestico. I suoi Volvo FH con gru da 38 metri si sono dimostrati estremamente utili ...