Trucks

ITALY

×

È sempre Volvo con il sole o sotto la pioggia

L'azienda svedese a conduzione familiare Sanfridssons sceglie veicoli Volvo da quando è stata fondata nel 1961. Venticinque anni fa, è stata una delle prime aziende di trasporti al mondo ad acquistare un Volvo FH.

Nel corso degli anni, Sanfridssons si è trasformata da piccola azienda di trasporti rurale in moderna società di servizi di livello nazionale.

Sono le 5.45 e Göran Sanfridsson è già al lavoro. Nonostante sia a capo dell'azienda, partecipa a tutte le attività ed è sempre pronto a dare una mano nel carico e scarico dei veicoli e negli interventi meccanici.

“Io e i miei fratelli siamo cresciuti in campagna, circondati da camion e autisti. Da bambino sognavo di guidare un camion e davo il tormento a mio padre perché mi portasse con lui quando andava a consegnare il latte al villaggio. Già allora ero una persona mattiniera”, ricorda Göran con un sorriso.

Il padre, Alf Sanfridsson, era un ragazzo di campagna quando il fratello rilevò la fattoria di famiglia e dovette trovare un modo per guadagnarsi da vivere. Proprio in quel periodo, l'azienda Gäsene Dairy cercava qualcuno che potesse consegnare il latte ogni mattina per la sua nuova linea di distribuzione. Alf decise di proporsi e acquistò il suo primo Volvo. Presto iniziò a ricevere incarichi per consegne pomeridiane di ghiaia e, con il passare del tempo, il numero di clienti iniziò ad aumentare. Soddisfatto del suo veicolo Volvo, Alf ne ordinò altri e assunse nuovi autisti. L'azienda continuò a crescere, grazie anche all'acquisizione di clienti importanti come Herrljunga Cider, un rinomato produttore svedese di sidro, trasformandosi da piccola azienda di trasporti rurale in moderna società di servizi di livello nazionale.

La famiglia Sanfridsson

I tre figli di Alf entrarono presto a far parte dell'azienda: al momento del pensionamento di Alf, nel 2006, i figli lavoravano già da diversi anni e si divisero l'azienda in modo da non ostacolarsi a vicenda. Il maggiore, Göran, è CEO, Mats gestisce la Ljungs Foder, che produce mangimi per aziende agricole, e il più piccolo, Torbjörn, è responsabile dei trasporti. Il padre Alf è un pensionato soddisfatto, ma è sempre disponibile per un consiglio.

“Nostro padre ha svolto un lavoro eccezionale. Ha sviluppato l'azienda insieme ai clienti, con i quali ha saputo mantenere ottimi rapporti. Lo stesso vale per il rapporto con i dipendenti e con Volvo Trucks. Ha sempre sostenuto che chi è soddisfatto del trattamento non cambia. È una delle lezioni più importanti che noi figli abbiamo imparato da lui”, afferma Göran.

Saper attrarre e mantenere persone capaci ed esperte è un elemento essenziale del successo di Sanfridssons. Veicoli affidabili e una grande attenzione alla sicurezza su strada sono fondamentali per fidelizzare sia i clienti che i dipendenti.

“Alcuni ci ritengono dei ‘fedelissimi Volvo’, ma per noi l'importante è che i veicoli siano in grado di operare senza interventi di riparazione non necessari. Sono i nostri strumenti di lavoro e negli anni ci hanno consentito di percorrere migliaia di chilometri. Anche gli autisti ne sono molto soddisfatti, quindi non abbiamo mai avuto motivo di cambiare fornitore”, spiega Göran.

Grazie all'attenzione verso gli autisti, molti dipendenti hanno dedicato gran parte della propria vita professionale a questa azienda. L'autista che lavora da più tempo, 34 anni, è Svante Alexandersson. È anche l'autista che ha guidato il primo Volvo FH dell'azienda nel 1993, anno della sua presentazione, e ancora ricorda l'impressione suscitata da questo veicolo.

Da bambino sognavo di guidare un camion e davo il tormento a mio padre perché mi portasse con lui.

“Alf Sanfridsson mi disse che mi avebbe assegnato un nuovo camion. Quando lo consegnarono, il Volvo FH era appena uscito: eravamo praticamente gli unici a possederlo e tutti si giravano a guardarlo quando passava! Ho guidato quel camion per dodici anni prima che iniziasse una seconda vita altrove”, ricorda.

 

Volvo FH di Sanfridssons

Da allora, Svante ha guidato altre due generazioni di Volvo FH ed è stato in grado di osservarne lo sviluppo nel tempo. Ritiene che le sospensioni pneumatiche e l'introduzione dell'I-Shift abbiano salvaguardato la sua salute e che lo sterzo elettronico sia stato fondamentale per semplificare il trasporto dei rimorchi, le manovre e le operazioni di scarico durante le consegne. Si dice inoltre particolarmente soddisfatto del suo ultimo Volvo FH16 550.

“Lo sviluppo del Volvo FH è stato straordinario. In questo ultimo modello, il volante e il sedile offrono nuove possibilità di regolazione. Il riscaldamento funziona in modo ottimale, dal tettuccio entra una buona quantità di luce e il parabrezza più distante fa entrare anche più area in cabina, rendendo più confortevole la guida. Il letto è il migliore mai installato nelle cabine Volvo FH”, dichiara e aggiunge:

“Sanfridssons si prende cura dei suoi autisti. L'azienda ci ha sempre fornito il migliore equipaggiamento possibile, come i pacchetti comfort per la cabina, e da dipendenti non possiamo non apprezzarlo”.

Sia Svante che Göran sono soddisfatti anche dei motori Volvo. Da ormai due anni e mezzo utilizzano un modello alimentato a diesel sintetico, HVO. L'uso di questo carburante rinnovabile ha consentito a Sanfridssons di ridurre l'impatto climatico dei propri veicoli e Göran segue con attenzione lo sviluppo di una nuova catena cinematica sostenibile per i trasporti futuri. I componenti della famiglia Sanfridsson, cresciuti tra campi e foreste, sono particolarmente sensibili ai problemi ambientali ed è quindi naturale che gestiscano le risorse e formino gli autisti in modo da ottenere la massima efficienza nei consumi.

I veicoli dell'azienda sono sempre in condizioni ottimali e spesso percorrono più di 1,2 milioni di chilometri prima di essere venduti. Dopo la vendita, alcuni sono arrivati persino in Africa. Alcuni anni fa, Alf trovò per caso uno dei suoi vecchi Volvo FH durante un viaggio nello Zambia. All'epoca aveva già percorso un totale di 3,4 milioni di chilometri e l'autista africano e i suoi due aiutanti erano molto orgogliosi del loro veicolo, sulle cui fiancate spiccava ancora il logo Herrljunga Cider.

Lo sviluppo del Volvo FH è stato straordinario.

“Mi dissero che il camion funzionava perfettamente e che, da quando era arrivato, aveva richiesto solo interventi di manutenzione standard. È davvero straordinario che i nostri vecchi Volvo FH possano ancora operare così a lungo in altre parti del mondo”, dichiara Göran Sanfridsson.

Sanfridssons

Costituita nel: 1961
Titolari: Göran, Mats e Torbjörn Sanfridsson.
Numero di veicoli: 37, 32 dei quali sono Volvo. 
Personale: 58 dipendenti, 50 dei quali sono autisti.
Carichi principali: Bevande, tubi in plastica, calcestruzzo, legno, pietre, spezie.
Tempo di utilizzo (camion): 8-10 anni.
Clienti di grandi dimensioni: Herrljunga Cider, Pipelife, Kryddhuset e altri.
Primo Volvo FH: Acquistato nel 1993. Venduto nel 2006.
Certificazione di sicurezza stradale: Dal 2015.