Le generazioni si incontrano nello stabilimento di produzione del motore Volvo di Skövde

Al momento del lancio del primo Volvo FH, nel 1993, lei non era ancora nata.
Nello stesso anno, lui lavorava alla linea di assemblaggio già da tempo.
Incontriamo Nesma e Daniel, ora colleghi nello stabilimento Volvo di ­Skövde, dove nasce il motore del modello FH. 
Le generazioni si incontrano nello stabilimento di produzione del motore Volvo di Skövde

Nesma Odiso è nata nel 1993, anno del lancio del primo Volvo FH. Ora lavora nello stabilimento di produzione dei motori a Skövde.

Quando si entra nell'impianto Powertrain Production a Skövde, si ha quasi la sensazione di essere a casa. Naturalmente, i lavoratori non vivono nello stabilimento, ma l'atmosfera amichevole e la conoscenza che lega i dipendenti offrono una splendida accoglienza ai visitatori. 

Nesma Odiso ci rivolge un gran sorriso mentre raccoglie i lunghi capelli e li lega in una coda di cavallo. Lavora qui da un anno e qualche mese.

”Mi piace molto. In genere, copro il turno di notte e il mio compito è assemblare varie parti del motore. All'inizio ero un po' nervosa, ma ormai è passato un anno durante cui ho imparato molto. È come se mi mettessi alla prova ogni giorno”, dichiara.

Nesma vive con il marito e il figlio a Skövde e si trova in Svezia da otto anni. Il 1993, anno commemorativo del lancio del primo Volvo FH sul mercato, è in realtà il suo anno di nascita, quindi non può ricordare questo veicolo.

"Eh no! Al momento del lancio ero ancora nella pancia di mia madre. Non conoscevo nemmeno i Volvo FH fino a quando non sono arrivata in Svezia. È comunque evidente che questo modello, e ovviamente il motore, hanno avuto un grande successo. Penso sia bello assemblare una parte così grande e importante di questo veicolo”.

Le generazioni si incontrano nello stabilimento di produzione del motore Volvo di Skövde

Nel 1993, Daniel Lundgren era operatore alla linea di assemblaggio.

Invece Daniel Lundgren, un suo collega, pensa praticamente ogni giorno a questo camion così simbolico e al suo importante primo motore D12. Nel 1993, era operatore alla linea di assemblaggio e ricorda con chiarezza i primi motori a cui ha lavorato.

”Mi rendeva orgoglioso sapere che qualcuno là fuori avrebbe guidato un veicolo con il 'mio' motore”, ci svela sorridendo. 

Oggi svolge due ruoli: First-line Manager of the Product Audits and CoP testing, che sottopone i motori a vari test, e Quality Control Driver, il cui obiettivo è garantire la qualità di produzione. Daniel lavora per l'azienda da quando aveva 17 anni.

”Quando ho iniziato, era ancora quasi tutto manuale. Oggi Nesma utilizza robot che allora non esistevano nemmeno, ma il feeling con i colleghi è rimasto lo stesso. Volvo è senza dubbi un'azienda che consente di crescere ed è una caratteristica che apprezzo molto. In realtà, è proprio questo il consiglio che vorrei dare a Nesma. Cresci e migliora, qui ti verranno offerte numerose opportunità per raggiungere grandi risultati”, spiega Daniel.

Nesma annuisce. Parte del suo compito è gestire i robot, ma anche questa è un'attività impegnativa.

”All'inizio era difficile. Riesco a malapena a immaginare la situazione quando tutto era manuale”, afferma. 

E per quanto riguarda il consiglio di cogliere le opportunità di sviluppo, ha già dei piani per il futuro.

”Continuerò a studiare qui a Skövde e sceglierò economia aziendale. Mi piacerebbe restare a lavorare in Volvo, ma passando al reparto finanziario dopo la laurea”.

Mentre continuiamo la visita, sia Daniel che Nesma salutano amichevolmente le persone che incontriamo. Skövde è una città svedese piuttosto piccola, in cui lo stabilimento Volvo ha un ruolo importante.

”Gli abitanti della città lavorano qui da generazioni. Anche mio figlio è del 1993 ed è un dipendente Volvo”, spiega Daniel e Nesma aggiunge:

”Un altro nato insieme al modello FH. Fantastico”. 

Informazioni su Nesma Odiso
Età: 24 (25 a novembre)
Residenza: Skövde
Famiglia: marito e figlio
Il mio ruolo in Volvo nel 1993: non ero nata
Il mio ruolo in Volvo oggi: operatrice
Aspetto più positivo del lavoro nello stabilimento di Skövde: mi sento a casa e ho la possibilità di migliorare
Tempo libero: mi alleno e sto con la mia famiglia

 

Informazioni su Daniel Lundgren
Età:
48
Residenza: Skövde
Famiglia: tre figli adulti, nipoti e il cane Sixten
Il mio ruolo in Volvo nel 1993: lavoravo come operatore e ho partecipato alla costruzione del nuovo reparto per la linea di assemblaggio del motore D12
Il mio ruolo in Volvo oggi: First-line Manager Product Audit & CoP
Testing (50%) e Quality Control Driver (50%)
Aspetto più positivo del lavoro nello stabilimento di Skövde: ho dei colleghi fantastici!
Tempo libero: mi occupo della casa, guido la moto, passo il tempo con la mia famiglia e con il cane

 

Informazioni sullo stabilimento di Skövde 

  • Lo stabilimento di Skövde, fondato più di cento anni fa, appartiene al Volvo Group Trucks Operations. Oggi è un impianto di produzione di livello mondiale, che fornisce al Gruppo Volvo componenti e motori diesel. 
  • Numero di dipendenti: circa 3.000. 
  • La superficie totale dello stabilimento di Skövde è di 265.000 m², equivalente a circa 50 campi da calcio.
  • Le attività principali di Skövde sono fusione, lavorazione e assemblaggio. L'impianto esporta motori e relativi componenti negli stabilimenti di produzione del Gruppo Volvo che operano in tutti i continenti.

Related News

Il motore D12: un cambio di paradigma

Il lancio del motore D12, nel 1993, fu una vera rivoluzione. Alcuni dissero che Volvo aveva anticipato i tempi di dieci anni. Göran Nyholm, ingegnere Volvo oggi in pensione, ci racconta la storia dall'inizio....

La sicurezza riduce i costi

Volvo FH, uno dei camion più sicuri al mondo, è un leader dell'innovazione in termini di funzioni di sicurezza avanzate. In combinazione con una guida attenta, investire in sicurezza può contribuire a ridurre i costi per le aziende di trasporti. Per ...

25 innovazioni di Volvo FH

Volvo FH ha cambiato il futuro fin dall'inizio. È stato un punto di svolta nel 1993 e continua a creare nuovi motivi per il comfort del conducente, la sicurezza, le prestazioni e l'adattabilità aziendale. Ecco le 25 innovazioni che hanno portato ...