Le città di domani hanno bisogno dei veicoli pesanti?

L'urbanizzazione non rallenta, le città di tutto il mondo continuano a crescere e aumenta l'esigenza di nuovi trasporti. Allo stesso tempo, l'inquinamento atmosferico e il traffico rappresentano problemi sempre più gravi. Risulta quindi evidente la necessità di disporre di sistemi di trasporto più ecologici ed efficienti. Ma la domanda è: l'uso dei veicoli pesanti è compatibile con le città di domani?
Volvo Trucks nelle città

La popolazione mondiale è in continua crescita. Gli studi effettuati dalle Nazioni Unite indicano che la popolazione globale passerà dai 7 miliardi di persone del 2014 a circa 9 miliardi entro il 2050. L'ONU prevede che, entro tale data, due terzi di tutte le persone vivranno in centri urbani, rispetto alla metà attuale. L'esigenza di soluzioni di trasporto efficienti sarà determinata non solo dall'urbanizzazione, ma anche da nuove abitudini di consumo, dalla maggiore diffusione dell'e-commerce e dall'aumento delle richieste di consegne a domicilio. 

“Per risolvere i futuri problemi legati al traffico che riducono la qualità dell'aria, ad esempio congestione ed emissioni, occorre procedere con intelligenza. Dobbiamo pensare in termini di spazio stradale occupato dai veicoli adibiti al trasporto e di fonti energetiche utilizzate”, dichiara Lars Mårtensson, Director of Environment and Innovation presso Volvo Trucks.

Alcune persone sostengono che la soluzione più adeguata per la distribuzione nelle città del futuro sia l'impiego di furgoni di minori dimensioni, ma in realtà non è così semplice, dichiara Lars Mårtensson. 

“Questo può valere per alcune aree, ma in generale un camion a pieno carico rappresenta un mezzo di trasporto decisamente efficiente in termini di spazio. Un veicolo da distribuzione possiede in effetti una capacità di carico dieci volte superiore a quella di un semplice furgone”.  

I veicoli elettrici possono aumentare ulteriormente l'efficienza dei trasporti. La rumorosità ridotta offre l'opportunità di effettuare un'ampia gamma di attività nelle ore non centrali del giorno, ad esempio la mattina presto, la sera tardi e persino di notte. Questo contribuisce a ridurre il traffico sulle strade nelle ore di punta. Un veicolo elettrico che non emette gas di scarico può essere utilizzato anche all'interno di terminal al coperto e zone a traffico limitato. 

“Se potessimo spostare le attività di distribuzione ai periodi di minore traffico, otterremmo una riduzione del numero di veicoli e della congestione nelle ore diurne, quando le strade sono più affollate da persone. Questo rappresenta un evidente vantaggio anche per la sicurezza. Le città di domani dovranno utilizzare risorse quali energia, spazio e tempo in modo più efficiente rispetto a oggi e i veicoli elettrici possono contribuire al raggiungimento di questo obiettivo”, conclude Lars Mårtensson.

Articoli correlati