Londra aumenta la sicurezza in città

Per Londra, eliminare gli incidenti stradali ha la priorità massima. Secondo una bozza di proposta, dal 2020 tutti i veicoli per il trasporto di merci pesanti superiori alle 12 tonnellate dovranno possedere un permesso di sicurezza per circolare nell'area urbana. Altre città stanno seguendo il suo esempio.
Piccadilly Circus, centro di Londra.

Ogni mattina, le strette strade di Londra si riempiono di furgoni per le consegne, degli inconfondibili taxi neri della città e di autobus rossi a due piani, oltre che di pedoni e di un crescente numero di ciclisti.

Ogni mattina, le strette strade di Londra si riempiono di furgoni per le consegne, degli inconfondibili taxi neri della città e di autobus rossi a due piani, oltre che di pedoni e di un crescente numero di ciclisti.

Con così tanti veicoli e persone su uno spazio tanto limitato, il rischio di collisioni è alto. Una delle combinazioni più pericolose è formata da camion, pedoni e ciclisti.

Negli ultimi tre anni, a Londra i veicoli per il trasporto di merci pesanti sono stati coinvolti nel 20% degli incidenti mortali per i pedoni e in più del 70% di quelli mortali per i ciclisti. E questo nonostante i camion percorrano in città solo il 4% dei loro itinerari, come rilevato dalle statistiche di Transport for London, l'autorità cittadina dei trasporti.

 

Strade di Londra

Il mix di camion, ciclisti e pedoni che si riversa nello spazio limitato delle strade di Londra implica che il rischio di incidenti è alto.

Will Norman

Will Norman, Commissario per pedoni e ciclisti presso la Transport for London, crede fermamente che migliorando la visuale diretta dalla cabina riduce in modo sostanziale il pericolo per pedoni e ciclisti.

Anche se si tratta di cifre elevate, non sono tuttavia circoscritte a Londra. Le ricerche condotte dall'Accident Research Team di Volvo Trucks dimostrano che, nel 2014, circa 1.230 o il 32% di decessi per incidenti con veicoli per il trasporto di merci pesanti nell'UE ha interessato gli utenti più vulnerabili della strada. La sicurezza stradale è complessivamente aumentata, ma ridurre le percentuali di incidenti che coinvolgono tali utenti è difficile. 

Per rendere le strade più sicure, Transport for London si è concentrata sulla riduzione dei pericoli stradali e ha collaborato con gruppi di utenti vulnerabili e costruttori di veicoli, tra cui Volvo Trucks, per trovare le possibili soluzioni. 

Quindi, cosa si può fare? Un importante progetto in corso prevede lo sviluppo del primo Direct Vision Standard (DVS) destinato ai veicoli per il trasporto di merci pesanti. 

“È stato dimostrato che la visione diretta dalla cabina riduce in modo sostanziale il pericolo per pedoni e ciclisti, poiché gli angoli ciechi sono fondamentali nelle collisioni”, afferma Will Norman, Commissario per pedoni e ciclisti presso Transport for London.

Secondo la proposta presentata, dal 2020 tutti i veicoli per il trasporto di merci pesanti superiori alle 12 tonnellate dovranno possedere un permesso di sicurezza per circolare a Londra.

Lo schema è ancora in fase di discussione, spiega Will Norman, ma per come è ideato, avranno il permesso di entrare a Londra i veicoli per il trasporto di merci pesanti che soddisfano i requisiti minimi di visione diretta o con dotazioni equivalenti in grado di ridurre i rischi per gli utenti vulnerabili della strada. La proposta finale include caratteristiche quali sensori e avvisi visivi.

“Lavoriamo per rendere le nostre strade più sicure, ma è necessario che le aziende di trasporto aumentino la sicurezza delle proprie flotte”, spiega Will Norman.

 

Attraversamento della strada.

Negli ultimi anni, a Londra i veicoli per il trasporto di merci pesanti sono stati coinvolti nel 20% degli incidenti mortali per pedoni e in più del 70% di quelli mortali per ciclisti.

Volvo Trucks ha seguito da molto vicino gli sviluppi a Londra.
"Apprezziamo l'impegno della città per garantire la sicurezza e la protezione degli utenti vulnerabili sulla base di una collaborazione tra più parti," afferma Claes Avedal, Safety Manager Product Planning presso Volvo Trucks.

Lavoriamo per rendere le nostre strade più sicure, ma è necessario che le aziende di trasporto aumentino la sicurezza delle proprie flotte.

Will Norman

Commissario per i pedoni e ciclisti presso Transport for London

Claes Avedal.

Claes Avedal, Safety Manager Product Planning presso Volvo Trucks, accoglie con favore l'iniziativa di Londra e ritiene che anche altre città ne seguiranno l'esempio.

Secondo Avedal, i veicoli progettati per offrire la massima visibilità diventeranno sempre più diffusi a Londra e nelle altre città che desiderano una maggiore sicurezza stradale. Inclusi equipaggiamenti particolari, come telecamere e finestrini aggiuntivi, telai bassi e tipi di veicoli specifici, come il Volvo FE, con cabina con ingresso ribassato, telaio extra-basso e finestrini opzionali più ampi, che occupano gran parte delle portiere. I finestrini aggiuntivi offrono al conducente visibilità diretta sui lati del veicolo. 

“È il veicolo che massimizza la visione diretta, poiché il conducente si trova quasi ad altezza occhi dei ciclisti e dei pedoni su strada”, spiega Claes Avedal. 

Oltre all'impegno per il Direct Vision Standard (DVS), Transport for London sta implementando altre misure che aumentano la sicurezza stradale: la riduzione dei limiti di velocità, la riprogettazione delle strade per ridurre la velocità, un inasprimento delle norme e la modifica degli incroci più pericolosi.

"Tanti fattori rendono più sicure le interazioni tra camion e utenti vulnerabili della strada, come il design dei veicoli, la pianificazione degli itinerari, la consapevolezza dei pericoli legati al traffico e la progettazione stradale", aggiunge Claes Avedal.

Anche Volvo Trucks adotta un approccio eterogeneo alla sicurezza. che copre aree quali ricerca e sviluppo di tecnologie di sicurezza, tra cui il controllo della corsia di marcia e la frenata di emergenza avanzata, creazione di veicoli più sicuri e formazione dei conducenti. Svolgono un ruolo importante anche le campagne per aumentare la consapevolezza dei pericoli legati al traffico, come "Stop Look Wave” e l'iniziativa "See and be seen". 

 

Poiché la sicurezza in città è ormai una delle priorità nei programmi politici di molti paesi, possiamo aspettarci grandi cambiamenti in tutto il mondo.

Claes Avedal

Safety Manager Product Planning presso Volvo Trucks

Transport for London intende raggiungere, entro il 2041, l'obiettivo zero incidenti gravi o mortali sulle strade cittadine e fare in modo che l'80% di tutti gli spostamenti dei londinesi avvenga a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici.

“Assisteremo a grandi cambiamenti nelle città di tutto il mondo”, dichiara Claes Avedal. “Volvo Trucks condivide con Londra l'obiettivo di eliminare gli incidenti. La sicurezza sulle strade cittadine è stata accantonata a favore di altre questioni, ma ora rappresenta una delle priorità nei programmi politici di molti paesi e possiamo quindi aspettarci grandi cambiamenti in tutto il mondo."
E Londra ci apre la strada.

Obiettivi di Londra per il 2041

  • Zero incidenti gravi o mortali sulle strade urbane.
  • L'80% di tutti gli spostamenti dei londinesi dovrà avvenire a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici, secondo Transport for London.

 

Volvo Trucks Safety Report 2017

L'Accident Research Team di Volvo Trucks ha studiato e analizzato più di 1.700 incidenti che hanno coinvolto mezzi pesanti dal 1969. Lo scopo è capire come incrementare la sicurezza nel traffico e fornire linee guida per attribuire le giuste priorità allo sviluppo di misure per la sicurezza stradale.

Nel 2014, gli incidenti mortali con veicoli per il trasporto di merci pesanti (HGV, Heavy-Goods Vehicle) nell'UE sono stati 3.863.

13%
499 decessi
Incidenti mortali per gli occupanti di HGV.

49%
1.898 decessi
Incidenti mortali per gli occupanti di auto.

32%
1.230 decessi
Incidenti mortali per gli utenti vulnerabili della strada (VRU, Vulnerable Road Users).

6%
236 altri decessi dovuti a HGV.
Dei 1.230 decessi di VRU (nell'UE nel 2014), il 53% ha riguardato pedoni,
il 22% ciclisti e il 25% utenti di moto e scooter.

Incidenti con lesioni gravi o morte degli utenti vulnerabili della strada nell'UE nel 2014.

20%
HGV che eseguiva una svolta.

30%
Incidenti durante un attraversamento.

Fattori da tenere in considerazione

Tre considerazioni importanti di Claes Avedal, Safety Manager Product Planning presso Volvo Trucks, per aumentare la sicurezza e la visibilità rivolte ai clienti che acquistano veicoli pesanti. 

Pianificazione dell'itinerario
"Occorre pianificare i punti di accesso e di uscita sicuri dai cantieri nelle aree urbane, oltre agli itinerari dei veicoli attraverso la città per evitare strade troppo strette o trafficate e ridurre le interazioni con gli utenti vulnerabili della strada. La pianificazione può essere determinante”.

Il veicolo giusto per ogni incarico
"Molti clienti chiedono camion estremamente flessibili. Questo può portare, ad esempio, alla scelta di un telaio alto anche quando le operazioni si svolgono soprattutto in città. Tuttavia, se il telaio è più basso, il conducente è più vicino alla strada e ha una visuale migliore su ciò che accade intorno al veicolo”.

Telecamere e finestrini sulla parte bassa delle portiere offrono una visuale più ampia
"I finestrini e gli specchietti permettono di vedere tutta la parte anteriore e laterale del veicolo. l'aggiunta di una telecamera per la svolta e di finestrini sulla parte bassa della portiera del passeggero offre al conducente una visuale più ampia, che consente di evitare collisioni durante le svolte”.

Related News

Dove nascono i motori

Visitiamo lo stabilimento Volvo a Skövde, Svezia, dove nascono tutti i motori, e incontriamo gli ingegneri protagonisti della tecnologia Euro 6....

Una rivoluzione digitale sta rapidamente conquistando il settore dei veicoli pesanti

Telematica, connettività, Big Data, servizi cloud e Internet degli oggetti stanno portando a una rivoluzione digitale nel settore dei veicoli pesanti. Il potenziale maggiore è nei servizi e Volvo Trucks sta lavorando alacremente per raggiungere il ...

Niente più ostacoli con l'aerodinamica migliorata

Il carburante rappresenta circa un terzo dei costi affrontati dalle aziende di trasporto. Combinando prestazioni aerodinamiche superiori con il nuovo motore EURO 6 step C, Volvo Trucks è ora in grado di assicurare un risparmio di carburante fino al ...

Filtro articoli

5 true 5